Helsinki – La capitale scandinava a misura d’uomo

Quante volte pensando ad una capitale europea ci si spaventa di fronte ai pochi giorni che magari si hanno a disposizione per visitarla facendo così un elenco dettagliato su cosa vedere o su cosa scartare rimandandolo alla prossima visita.  A volte si crede che tutte le capitali d’europa, a parte qualche piccola e rara eccezione (una di queste è Bratislava di cui vi parleremo più avanti), siano delle grosse città dispersive. Noi avendo pochi giorni a disposizione abbiamo deciso di visitare Helsinki una capitale a misura d’uomo.

Veduta panoramica di Helsinki
Veduta panoramica di Helsinki

La capitale finlandese è circondata dall’acqua e da una costellazione di piccole isole, precisamente nella regione dell’Uusimaa, sulla parte meridionale della Finlandia, e gode di una relativa vicinanza oltre che con la capitale estone Tallinn anche con la città russa di San Pietroburgo e Stoccolma, capitale svedese a cui è collegata per mezzo del mar Baltico. Grazie all’influenza mitigatrice del Mar Baltico e della Corrente del Golfo, il clima di Helsinki è continentale umido, con inverni freddi, perennemente sotto zero, ed estati gradevoli, seppur piuttosto brevi. Il mese più freddo dell’anno è gennaio, quando le temperature medie oscillano tra -2 e -7 gradi, ma da dicembre a marzo le giornate sono rigide e la neve cade anche copiosa, accumulandosi al suolo per diversi mesi. Da giugno ad agosto le condizioni atmosferiche sono complessivamente gradevoli, con massime spesso superiori ai 20 gradi e minime che non scendono praticamente mai sotto i 10; ad arrecare qualche fastidio sono le piogge che risultano frequenti in particolar modo tra luglio e novembre. Helsinki è  un mix tra l’eleganza e l’architettura monumentale che tanto ricorda le città russe (influenza dovuta soprattutto al loro legame storico) e la freschezza, l’atmosfera frizzante e innovativa tipica delle città scandinave; il tutto circondato dal verde della natura status simbol della scandinavia.

Duomo di Helsinki
Duomo di Helsinki

La visita della città può cominciare da una delle sue isole, Suomenlinna, raggiungibile da Helsinki con un traghetto. Sull’isola si trova una suggestiva fortezza marina, costruita alla fine del XVIII secolo per far fronte all’espansionismo russo e riconosciuta oggi come patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Oltre alla fortezza l’isola ospita diversi musei, abitazioni, ristoranti e spazi culturali adibiti alla programmazione di frequenti eventi d’interesse.Una volta rientrati a Helsinki non si può non visitare piazza Kauppatori, la “piazza del Mercato”, un armonioso allineamento di edifici in stile neoclassico, come ad esempio il municipio e la sede della presidenza della Repubblica, coronato dalla presenza del mercato popolare affacciato direttamente sul porto che, con bancarelle stracolme di frutta, verdura e pesce affumicato, attira tanto gli abitanti quanto i turisti; così anche noi ci siamo lasciati deliziare da un ottimo filetto di salmone al pepe con contorno di patatine, una prelibatezza per il palato. Sul lato orientale della piazza si trova  il vecchio e pittoresco mercato coperto, realizzato da Gustav Nystrom nel 1888 in mattoni rossi, bianchi e gialli.

Venditrice al mercato - Porto Helsinki
Venditrice al mercato – Porto Helsinki

Dopo esservi gustati un bel pranzetto locale è giunto il momento di fare quattro passi verso il punto di riferimento principale del centro Senaatintori, la “piazza del Senato”, inserita in un severo e composto quadro architettonico progettato da Engel. Da notare la pendenza del suolo, che rende la Tuomiokirkko, la cattedrale, ancora più imponente. Quest’ultima, di un bianco accecante, maestosa ed in rigoroso stile neoclassico, si innalza dall’alto di una scalinata ed emana una profonda aura di sacralità con la sua grande cupola centrale con ampio tamburo finestrato che da luce a tutto l’ambiente. Se verso la fine della giornata non siete ancora stanchi potete decidere per una bella passeggiata di shopping lungo l’isola pedonale di Iso-Roobertinkatu e la Mannerheimintie; altrimenti potrete decidere di tornare al vostro albergo, oppure come abbiamo fatto noi al bel campeggio immerso nel verde, e riposarvi prima di visitare la capitale con le luci della notte accompagnati dalle due birre popolari Lapin Kulta e Karjala.

COME RAGGIUNGERLA:

  • In aereo L’Aeroporto di Helsinki si trova a circa 19 chilometri dal centro della città ed è raggiunto da Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Firenze. Il viaggio è di circa tre ore, ma con il fuso orario diventano di fatto 4 all’andata e 2 al ritorno.
  • In autobus Helsinki è raggiungibile in autobus da San Pietroburgo. Se si parte dall’Italia si consiglia di raggiungere Berlino e il nord della Germania, per poi prendere un traghetto fino a Helsinki oppure attraversare la Polonia e i paesi Baltici.
  •  In auto Per raggiungere Helsinki dall’Italia si consiglia di raggiungere Berlino per poi arrivare a Rostock e Travem per prendere il traghetto per la Finlandia. In alternativa si può raggiungere anche Riga, Tallin e San Pietroburgo.

 

COME SPOSTARSI:

Helsinki vanta una efficiente rete di trasporti per raggiungere ogni quartiere della città, ma è anche una delle più costose d’Europa. Con un unico biglietto è possibile utilizzare la metropolitana, il tram, l’autobus e anche il traghetto per Suomenlinna. Fortunatamente Helsinki è una città totalmente pianeggiante e questo permette di spostarsi agevolmente in bicicletta, e gratuitamente.

  • Metropolitana La metropolitana di Helsinki ha una sola linea a forma di “Y”: dopo un tratto iniziale che parte dalla stazione centrale Ruoholahti la metro attraversa il centro e si divide in due rami, uno verso Mellunmäki, l’altro in direzione di Vuosaari. La metropolitana è in funzione dalle 5.30 alle 23.30 e attraversa 17 stazioni.

 

  •  Bici La maggior parte degli abitanti di Helsinki si sposta in bici, grazie al terreno pianeggiante a alla possibilità di usufruire gratuitamente delle bici.

 

  • Tram Il Tram 3T è il famoso tram turistico di Helsinki e permette di raggiungere i principali siti d’interesse.

 

  • Traghetti Da Helsinki si possono raggiungere le circa 330 isole al largo dela costa della capitale con il traghetto. In particolare si possono raggiungere Suomenlinna, Korkeasaari, il Korkeasaari Island, lo zoo di Helsinki, e la bellissima città di Porvoo.

 

  • In auto Il traffico non eccessivo di Helsinki permette di spostarsi comodamente anche in auto, soprattutto per raggiungere località nei dintorni della capitale utilizzando i numerosi raccordi anulari. Nel centro di Helsinki si trovano numerosi parcheggi.

 

DOVE DORMIRE:

Helsinki, la capitale della Finlandia, offre tante soluzioni dove poter alloggiare. Molti hotel e ostelli sono in centro città. Alcuni si trovano anche nella zona dell’aeroporto, nel caso doveste pernottare per una sola notte e attendere la vostra connessione la mattina seguente. Nella zona Est di Helsinki c’è perfino un campeggio, che è proprio il posto che abbiamo scelto noi per dormire visto il viaggio lowcost che ci eravamo prefissati di fare, visto che era Agosto e viaggiamo senza nessuna prenotazione e visto che nonostante non sia in pieno centro è ottimamente servito dalla linea metropolitana che in pochi minuti arriva in centro. Un ottimo metodo per cercare un posto dove dormire rimane comunque quello di dare un occhiata al sito Booking.com che offre sempre ottime soluzioni per tutte le tasche.

 

Voi ci siete già stati a Helsinki, vi è piaciuta la capitale della Finlandia ??? Scrivete nei commenti i vostri consigli. Non ci siete ancora stati? allora che ne dite di un week end nella capitale scandinava? Condividete l’articolo con i vostri amici, partner o chi meglio credete sia giusto per questo viaggio per vedere se stimolate anche in loro la voglia di partire…

Precedente Organizzare un viaggio - Voi come procedete ??? Successivo Berlino - Viva, dinamica, alternativa: uno sguardo alla capitale tedesca