Palazzo Te – La Mantova che lascia a bocca spalancata

Trovandoci a Mantova (di cui potete vedere la nostra Mantova #in10scatti) non potevamo esimerci dalla visita di Palazzo Te uno dei più importanti edifici rappresentativi della città stessa. Palazzo Te è l’immensa villa che Giulio Romano, il Pippi, costruì per Federico II Gonzaga agli inizi del millecinquecento; la costruzione fu basata su ad imitazione delle ville romane, delle quali si più facilmente individuare la pianta classica.

PalazzoTe3

Palazzo Te si trova dal lato opposto della città rispetto all’ingresso cittadino di Castello San Giorno ma in meno di quindici minuti a piedi si arriverà facilmente al parco d’ingresso del Palazzo. Noi siamo arrivati di sabato intorno alle 12 e la scelta è stata perfetta; all’ingresso non c’era nessuno così come nelle varie sale pochissime persone quindi siamo riusciti a goderci in tuta tranquillità e con molta calma Palazzo Te.PalazzoTe1

 L’ingresso biglietto intero costa 9 euro a cui abbiamo aggiunto l’utilissima audio guida per 5 euro, consigliamo di prenderla a meno che visitiate il Palazzo con una guida e non da soli. Le varie camere interne sono una più bella dell’altra, quasi impossibile descriverle a parole, affreschi magnificenti da lasciare il visitatore a bocca spalancata ed ogni sala rappresenta un tema differente magistralmente decorato dall’artista e dalla sua “equipe”.

 PalazzoTe2

La camera di Amore e Psiche è un vero tributo alla sensualità ed energia, la sala dei Cavalli una vera e propria testimonianza dello stile dell’artista e dei fasti dell’epoca, la famosissima camera dei Giganti, totalmente senza spigoli vivi, è una perfetta sintonia fra chiari e scuri, luci ed ombre che con i suoi affreschi rappresenta l’ira di Zeus contro i Titani. Fra tutte le magnifiche camere di Palazzo Te quella però che ho apprezzato di più è stata la camera del Sole e della Luna con una decorazione straordinaria della volta con al centro un enorme affresco rappresentante l’ora del crepuscolo con Apollo, sul suo carro trasportante il sole, che esce di scena, mentre alle sue spalle giunge la dea della luna la luna tirata da due cavalli: uno bianco che rappresenta il giorno e uno nero che rappresenta la notte, visto che la luna si muove sia di giorno che di notte.

PalazzoTe

Anche l’esterno di Palazzo Te non è da sottovalutare bellissimi giochi di colonne, fossati, giardini oltre che l’affascinante grotta;infatti attraversando il giardino segreto, si accede alla grotta passando per un portale di rocce naturali e scendendo tre gradini, a simboleggiare la discesa in un ricetto scavato nelle profondità della terra.

PalazzoTe4

Quindi se siete dalle parti di Mantova una visita a Palazzo Te ve la consigliamo sicuramente perché le parole non possono descrivere in maniera esaustiva le emozioni regalate dagli occhi durante una visita; se invece ci siete già stati perché non ci raccontate nei commenti la vostra impressione di questo palazzo.

Precedente Strada stretta e con buche, pericoloso per le biciclette ?? Le amministrazioni risolvono così il problema Successivo Spalato – "La città di Diocleziano"

2 thoughts on “Palazzo Te – La Mantova che lascia a bocca spalancata

  1. Sono stata a Palazzo Te ai tempi delle elementari, con la scuola (qui da me è un MUST, una sorta di “se non fai questa gita non sei nessuno” :D) e mi era piaciuto ai tempi, immagino che mi piacerebbe ancora di più se ci tornassi ora. E visto il tuo post direi che ne varrebbe la pena 😉

I commenti sono chiusi.