LO SPIRITO DEL PIANETA – Un viaggio nel mondo in un’unica città bergamasca

Vi siete mai chiesti come vivessero al giorno d’oggi le popolazioni indigene ancora presenti al nostro mondo ? Quali usanze e tradizioni popolari potessimo scoprire incontrando il popolo Sami della Russia, i Maori delle isole Cook o perché no i lontani Apache dell’Arizona ? Perché si esistono ancora anche se non molti e sconfinati in riserve gli Apache sono presenti nella realtà e non solo nei fumetti o nei film storici; pur essendosi adattati alle mutate condizioni economiche, gli Apache delle riserve infatti mantengono gran parte dei loro costumi e riti tradizionali. Non vi piacerebbe  scambiare un saluto con un Masai o brindare con uno dei più scatenati scozzesi dei Saor Patrol ?

Per fare questo bisogna viaggiare, muoversi per il mondo a volte addentrarsi in luoghi proibitivi e purtroppo anche mettendoci tutta la buona volontà a volte risulta davvero troppo difficile; sicuramente questo è il primo pensiero che balza in testa vero ? Da diversi anni invece, ben 14 per la precisione, esiste un festival che permette di scoprire, capire e confrontarsi con le popolazioni del mondo recandosi semplicemente in una città bergamasca.

spirito_del_pianetaLO SPIRITO DEL PIANETA a Chiuduno (BG) porta la testimonianza diretta dei popoli che vivono secondo la propria cultura e hanno voglia di condividerla con gli altri, anche e soprattutto per cancellare stereotipi alimentati spesso dall’ignoranza. Questo abbraccio fra culture avviene nel modo più spontaneo e naturale possibile: attraverso il movimento delle danze, le preghiere e la spiritualità di ognuna delle etnie presenti per promuovere la conoscenza reciproca e la fratellanza tra popoli diversi; valorizzando e salvaguardando le culture tribali e le varie etnie che sono riuscite a preservarsi resistendo all’omologazione della modernità.

Per me ogni volta recarmi a questa festa, nonostante non sia a molti chilometri da casa, è come viaggiare nel mondo con spirito e anima; ma anche con sapori e profumi lontani. Nel corso degli anni ho potuto ammirare gli Indiani Imamsuat appartenenti al popolo Sugpiaq (Alutiiq) dell’Alaska proveniente dalla parte bassa della penisola di Kenai e dalle isole di Kodiak e Afognak, i Pigmei del Camerun, gli Urunana del Ruanda, i Taymir della Siberia e moltissimi altri. E’ assai sorprendente quanto questi popoli possano insegnare e capire quanto le loro culture si basino sulla cura, la tutela e salvaguardia delle condizioni ambientali ed economiche. I popoli indigeni vivono nella più totale armonia con la natura e con il pianeta, in base a principi basati sulla consapevolezza che la Terra, in quanto, una e unica, vada rispettata perché possano beneficiarne tutti; una cosa a volte davvero difficile da concepire in una vita frenetica come la nostra fatta di tecnologia, velocità, stress da prestazione (qualunque essa sia non pensate subito male). Passare allo Spirito del Pianeta una, due o tre giornate all’anno è salutare, un distaccarsi dal nostro sistema per immergersi in una cultura differente.

Tamburi spirito del pèianeta
Un momento del Festival – Foto presa dal web

Per gli amanti dell’artigianato locale al festival è presente inoltre un ampia struttura coperta dove artigiani del mondo espongono e vendono i loro prodotti quindi non è mai troppo difficile tornare a casa con una collanina o un braccialetto o perché no con uno strano strumento musicale di una parte lontana del globo… Non siete ancora convinti di voler visitare il festival ? Pensate che per vivere al meglio un viaggio, conoscere il popolo e le tradizioni il cibo locale sia il non plus ultra, bene al festival dello SPIRITO DEL PIANETA sono presenti anche ristoranti Etnici dove poter assaggiare le specialità locali e se siete Vegetariani o Vegani non c’è problema gli organizzatori hanno pensato proprio a tutto ….

Ogni anno tra Maggio e Giugno quindi ricordatevi questo evento e vi assicuro che non ve ne pentirete! Inoltre potrebbe essere un ottimo posto dove incontrarsi, scambiare due chiacchiere e bere una birra in compagnia :)

Ah dimenticavo l’ingresso al Festival dello Spirito del Pianeta è completamente GRATUITO … Voi ci siete già stati ??? Come vi è sembrato ??? Raccontatecelo nei commenti qua sotto !!!

Precedente Trieste - PROLOGO del nostro #roadtosarajevo Successivo 1° Tappa #roadtosarajevo - Da Trieste a Fiume passando per la Slovenia