Visitare Madrid in un week end… ve lo raccontiamo!

Pensate che visitare una capitale europea come Madrid in soli due giorni sia una missione impossibile? Sbagliato, non lo è… e vi spieghiamo come.

Madrid offre numerose possibilità di svago, divertimento e arte, follia e ordine, amalgamati alla perfezione nelle varie zone della città da alternare durante la visita.
I luoghi principali della città sono tutti abbastanza vicini tra loro e facilmente visitabili, per chi è abituato a spostarsi a piedi, anche camminando da un punto all’altro. Se invece non siete degli atletici sportivi non scoraggiatevi perché Madrid è una delle città più efficienti d’Europa, servita da svariati bus e da ben 12 linee della metro che vi condurranno in poco tempo in qualsiasi punto della città, compreso l’aeroporto internazionale Barajas che dista solo circa 40 minuti… perciò proprio non avete scuse e continuate a leggere!

Abbiamo visitato Madrid lo scorso week end e il nostro hotel era poco distante da Plaza de España, e da qui potrebbe partire anche il vostro tour della città. La piazza è caratterizzata dalla famosa fontana dedicata allo scrittore Miguel de Cervantes, con ai suoi piedi le sculture in bronzo di Don Chisciotte a cavallo e Sancho Panza in sella ad un asino. A fare da cornice al monumento un grazioso parco con panchine su cui si affacciano due importanti edifici impossibili da non notare: la Torre Madrid e l’Edificio España. Praticamente di fronte a Plaza de España si affaccia un altro grande parco, il Parque del Oeste, famoso per angoli unici e belli come “la Rosaleda” e il Tempio di Debod. Foto 24-07-15 13 02 34Quest’ultimo, sicuramente da visitare, sorgeva sulle rive del Nilo e venne regalato dall’Egitto alla Spagna nel 1968 come ricompensa per l’aiuto ricevuto per aver salvato alcuni templi, tra cui Abu Simbel, in pericolo a causa della costruzione della diga di Assuan. Venne smantellato e ricostruito pietra dopo pietra nel cuore della capitale spagnola.

Da qui, in direzione sud lungo Calle de Bailèn, si incontrano sulla sinistra il Senato de España e sulla destra i graziosi e curati Jardines de Sabatini. Proseguendo, in soli cinque minuti di cammino, si giunge in Plaza de la Armerìa dove da una parte si erge il maestoso Palazzo Reale e dall’altra la Catedral de la Almudena, consacrata da Giovanni Paolo II, dove si svolgono da sempre i matrimoni e i riti religiosi dei nobili spagnoli. Foto 24-07-15 20 29 35A pochi passi dal Palazzo Reale, dirigendosi verso est, si incontra Plaza Mayor, una piazza a forma quadrata con al centro la statua di Filippo III a cavallo e circondata da porticati pieni di negozi e locali. Proseguendo per Calle Mayor si incontra Plaza Puerta del Sol, vero “salotto” della città e sede delle principali attività culturali, riconoscibile dalla statua dell’Orso e del Corbezzolo e dal famosissimo neon pubblicitario di Tio Pepe che la sovrasta. Proseguendo si raggiunge Plaza de Cibeles, con l’omonima fontana e il Palacio de Comunicaciones, bellissimo edificio sede del Comune di Madrid. A Sud della strada di collegamento di queste piazze si estende Barrio Embajadores, quartiere multiculturale e cosmopolita di Madrid, dove potrete respirare un mix di culture diverse che riempiono le strade con locali e piccole taverne. Qui consigliamo di passare la serata e la cena, secondo noi il posto migliore dove gustare la cucina tipica spagnola spendendo poco. Potete degustare una fresca cerveza, la birra spagnola, accompagnata da tapas o dai famosissimi bocadillos de jamon, panini imbottiti con il tipico prosciutto crudo. Se volete invece fermarvi per la cena, consigliamo di provare i calamari fritti, il polpo alla galiziana o le famose patatas bravas, ovvero patate con una salsa piccante e carne di maiale.

Il secondo giorno potete dedicarlo all’arte spagnola, partendo dal Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia, un museo d’arte moderna ed arte contemporanea, dove potete ammirare, tra le altre opere, la Guernica di Pablo Picasso. Foto 25-07-15 15 07 39Da qui, dirigendosi verso nord, si raggiunge il famoso Museo del Prado, una delle pinacoteche più importanti del mondo, dove vi sono esposte opere dei maggiori artisti italiani, spagnoli e fiamminghi. Successivamente, con una bella camminata su una strada circondata da giardini ombreggiati e fontane, si susseguono la già citata Plaza de Cibeles, e poco più su Plaza de Colòn dove, se siete stanchi dell’arte “impegnata” e desiderate qualcosa di più frivolo, potete visitare il Museo de cera, ospitante le ricostruzioni dei più famosi personaggi della storia, del mondo dello spettacolo e dello sport, spagnoli e non. In alternativa, proprio alle spalle del Museo del Prado potete in pochi minuti raggiungere il maestoso Parque del Retiro, per una meritata siesta sdraiati all’ombra di uno dei numerosi alberi oppure per una bevuta rinfrescante ammirando il laghetto principale.

Foto 25-07-15 16 44 26
Da Plaza de Cibeles, in direzione ovest, si incontrerà dopo poco la Gran Via, che vi condurrà nuovamente fino a Plaza de España, una delle strade principali di Madrid, conosciuta per le numerose sale cinematografiche e negozi alla moda. Circa 1,5 Km che metteranno a dura prova anche gli amanti dello shopping più esigenti. Infine, alle spalle della Gran Via, vi sono Chueca e Malasana, i quartieri più alla moda di Madrid e simbolo della movida spagnola. Qui, se vi sono avanzante abbastanza forze, consigliamo di trascorrere la serata tra le stradine piene di locali, per gustarvi l’ultima cerveza o una sangrìa prima del rientro.

In caso foste più fortunati e aveste un giorno in più disponibile per la visita della città, vi consigliamo di trascorrere qualche ora anche nel caratteristico mercato El Rastro. Foto 26-07-15 11 17 40Si svolge tutte la domeniche mattina e si tratta di un mercato delle pulci all’aperto, con innumerevoli cianfrusaglie ma anche qualche buon oggetto di antiquariato di un certo valore, oggetti usati e piccole bancarelle di negozianti, sapientemente suddivisi in base alla tipologia. Da piccolo mercato, nel corso degli anni è diventato un luogo imperdibile per i turisti di passaggio. Non fatevelo mancare.

E voi siete già stati a Madrid e vi siete riconosciuti in queste righe oppure, nella capitale spagnola, avete in programma il vostro prossimo week end ?

E se state programmando il viaggio perchè non vedere l’altro nostro articolo sulla capitale spagnola: MADRID – 10 LUOGHI DA VEDERE

I commenti sono chiusi.